Sayfadaki görseller
PDF
ePub

bandona il castello e si ritira, sconfitto, a Bologna Firenze premia i difensori della Scarperia Preparativi per il rinnovamento della guerra nel 1352 Firenze pensa a chiamare l'imperatore: il vice cancelliere tedesco a Firenze; anche il marchese di Brandeburgo si offre di ve. nire in Italia – I patti di Carlo IV e i tre comuni toscani Ambasciatori fiorentini all'imperatore La natura della guerra del 1352 in Toscana; i Signorotti, la presa di Bettona I successi dei Fiorentini - Il papa impone la tregua tra l'arcivescovo di Milano e i comuni toscani - Carlo IV non vuol più venire in Italia; le trattative ulteriori ialliscono – Cause per le quali il Visconti muta politica a mezzo il 1352 -- Propone a Firenze la pace Ambasciatori milanesi e toscani a Sarzana - Riluttanze di Siena a entrar nella pace Laboriose trattative; differenze e questioni; perchè Firenze vuol far presto

La pace e conchiusa (31 marzo 1353) - I contraenti, i patti, la pubblicazione; feste a Bologna Quistioni nell'applicazione dei capitoli della pace Il valore storico e politico della pace di Sarzana - È utile al Visconti, a Firenze, al papa I Fiorentini temono la resa di Genova al Visconti; intrighi per distornela; sdegno dell'arcivescovo I Fiorentini si consigliano con Siena e Perugia per una forte difesa e per una nuova lega che è conchiusa (15 febbraio 1454) Ambasceria dell'imperatore e di Venezia ai comuni toscani La posizione del Visconti nel 1354 La mania espansionista dell'arcivescovo Il genio politico e i disegni di Giovanni Visconti.

Costituzione interna della nuova

CAPO IV. Signoria.

Pag. 179

inoneta

nuova

La Signoria forestiera Come i Bolognesi si lasciassero vendere

Il voto del popolo necessario al Signore – I primi provvedimenti del nuovo Signore: richiamo dei banditi, disar Patti fra il comune e gli zecchieri Frotti Il nuovo bolognino grosso - Severi ordini per la moneta falsa e il vecchio conio

Il Capi. tano o Luogotenente – Il Vicario dell'Arcivescovo Il Podestà I Racionatores Impiegati forestieri, conseguenza della Signoria straD'era – Frequenti nomine autocratiche d'impiegati fatte dall'arcive. scovo – Il comune tenta opporsi Conferme negli impieghi II Consiglio del popolo – Il Consiglio dei Quattromila e sua costituzione - Il Consiglio dei Quattrocento; sue attribuzioni e sua importanza Il Consiglio degli Anziani e suoi poteri Il sindacato; sua decadenza

Il Signore proibisce all' Oleggio di emettere decreti Istituzione

del Sindaco generale

I quattro Priori Le Arti a servizio del Si. gnore Potere legislativo; i nuovi statuti Potere giudiziario; amnistia ai condannati Potere militare; i cittadini costretti alle cavalcate Relazioni dirette tra il Signore e la città; modi coi quali conservò il dominio Le feste Fortificazioni nella piazza e alle porte Il nuovo castello di San Felice Lavori di fortificazione nel distretto Gli alloggi degli stipendiari nella piazza; lamenti dei pro. prietari; proposte del comune e dell'arcivescevo 'Timori del Visconti per i due Pepoli; ragioni · Il tentato tradimento di Giacomo de' Pe. poli; pareri contrari degli storici; esistette realinente Condanna di Giacomo; confisca dei beni I quattro castelli de' Pepoli tornano al. l'Arcivescovo Benevoli concessioni dell'arcivescovo a quei di S. Gio. vanni in Persiceto, per amicarseli Rincrudimento del governo, con. seguenza del tentato tradimento di Giacomo Pepoli Nuova divisione amministrativa e giudiziaria del districtus bononiensis I sette vica. riati Le funzioni del Vicario,

[merged small][merged small][merged small][ocr errors]

I tristi effetti economici della guerra di Romagna Aumento delle tasse del sale Terre rovinate: Castel San Pietro e Budrio Deboli alleviamenti Carestia prodotta dalla guerra di Toscana: i Bo. lognesi ricorrono all'arcivescovo Le spese crescono ancora; non si sa come provvedere; nuove tasse; altra ambasciata al Signore Le spese della guerra cadono tutte su Bologna Altri aumenti enormi di spese e di tasse; il valore della moneta Il comune propone di lasciare l'incarico dell' amministrazione al Signore, pagan. dogli 200.000 fiorini l'anno; aumenti per raggiungere questa somma; ė di nuovo approvata dal consiglio dei Quattrocento Carestia, sani provvedimenti I capitoli del maggio 1353; loro importanza; si chiede la recessione del patto dei 200.000 fiorini Le canipe – L'arcivescovo manda frumento. Mezzi per scongiurare le future carestie Terribile quadro dei danni portati a Bologna dalla signoria viscontea Niccolò d'Arezzo sindico a Bologna per l'arcivescovo Cervia e la fornitura del sale L'accomodo dei 200.000 fiorini è conchiuso a gravi condi. zioni per il comune di Bologna Lo stato dei comitatini - Si comincia a respirare (1353) - Le beccherie L'arcivescovo invia frumento in grande quantità Notevoli danni e conseguenze della guerra di Mo. dena Processo del comune di Bologna con gli eredi del card. Bertrando del Poggetto; spese Il comune è caricato dall'arcivescovo del pagamento di forti soinme da lui dovute al papa – Il canone annuo -- Decadenza del commercio – Debolezza e avvilimento della cittadinanza bolognese; di chi la colpa.

Amore di Giovanni Visconti per le lettere Decadenza dello Studio nella prima metà del secolo XIV; risorge col Visconti

Si vogliono buoni lettori – Si invitano gli scolari; si usano con loro trattamenti di lavore; concessioni e privilegi Alti stipendii dati ai professori – Si salvaguardano i diritti dello Studio Elenco dei lettori sotto il dominio visconteo Alcune notizie sui più celebri: Roberto e Riccardo da Saliceto, Giovanni da Legnano, Matteo da Imola, Tomaso da Pisano, Giovanni da San Giorgio, Paolo Liazari, Giovanni Calderini, Giacomo Montecalvi, Francesco Tigrini, Niccolò da Napoli, ecc.

Guerra di Modena

Morte

Capo VI. del Visconti

PAG. 307

Il pane

Venezia vuol unire in una lega generale i Signori di Lombardia; per quali cause – Frignano dalla Scala vuol prendere Verona - Venezia, sedati i disaccordi, stipula la lega (30 aprile 1354) Provvedimenti del capitano e del Comune di Bologna Lo scavamento delle fosse; i palancati

Fortificazioni in città e nel contado Da Parma, da Bologna, da Nonantola e da Carpi muovono soldati contro Modena che rimane strettamente accerchiata Fuggono tutti súbito; perchè Contegno dei Signori modenesi Tristi condizoni di Bologna; il popolo insorge; è domato Ciò che di tale sommossa pensano i cronisti bolognesi Carneficina dell' Oleggio Progresso delle armi viscontee nel modenese Le respinge Feltrino Gonzaga Ritornano, per poco, con Francesco da Este - Feltrino Gonzaga e la Grande Compagnia a Budrio Marcia rovinosa della Grande Compagnia per il distretto bolognese Danni della guerra; provvedimenti del comune Risultato nullo delle azioni militari Morte di Giovanni Visconti (5 ottobre 1354) – Carme di Gabrio de' Zamorei - Che dissero del Visconti i cronisti contemporanei Come lo giudicarono i Bolognesi Le ragioni dell' odio di questi contro Giovanni da Oleggio.

APPENDICE DEI DOCUMENTI

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

XVI. Lettere di papa Clemente VI a Giovanni arcivescovo di Milano

Bernabo, Galeazzo e Matteo Visconti 18 aprile 1352. PAG. 349

[ocr errors]
[ocr errors]

351

356

[ocr errors]
[ocr errors]

XXIV. Ratifica dei Visconti di ciò che promisero al papa nella conces.

sione del Vicariato di Bologna 1 settembre 1352

360

360

[ocr errors]
« ÖncekiDevam »