Sayfadaki görseller
PDF
ePub

tendone un esatto Indice Progressivo perchè ognuno possa averne sott'occhi gli argomenti svariati, e facendole poi seguire da un copioso Indice Alfabetico per facilitare la ricerca di ogni cosa.

Sono, in gran parte, difficoltà nuove, non contemplate da Autori antichi, e chiarimenti sulle nuove disposizioni della S. Sede, onde questa, con vigile premura, provvede alle necessità dei tempi nostri. E.poichè la disciplina della Chiesa va spesso soggetta a mutazioni, secondo le varie esigenze dei tempi che mutano, perciò è stato necessario ritoccare le soluzioni da noi date altra volta, ed in taluni casi anche mutarle, giusta le mutate norme venuteci dalla S. Sede. Anzi giova qui avvertire che, cominciata la stampa di questo libro prima del Decreto ultimo del S. Officio sulla legge del Digiuno e dell'Astinenza, parecchie cose non si trovano conformi al detto Decreto ; in ultimo però daremo il Decreto medesimo in Appendice con un opportuno commento.

Fra le quistioni teologico-morali sono qui comprese quelle pure che riguardano le indulgenze, materia di cui per lo più si occupano gli Autori di Teologia Morale. I Decreti che si citano sono tolti tutti da fonti autentici.

Non resta intanto che augurare a questa nuova pubblicazioue qualche utilità pei sacri Ministeri, e indulgenza e buon viso da parte dei benevoli lettori.

[merged small][merged small][ocr errors]

9. – Che debba fare il parroco

quando riceve più stipendii per la messa nuziale, per più matrimonii, da celebrarsi lo stesso giorno.

13 10. Se i religiosi, e segnata

mente i Francescani, possano avvalersi delle dispense dal magro, nei di vietati, che ottengono i Vescovi dalla S. Sede per le loro Diocesi.

15

3. - Amministratori di Confrater

pita, che si appropriano le rendite di un pio legato.

3 4. In quali feste abolite i par

roci hanno obbligo di colebrare pro populo.

4 5. – Se la messa del Giovedi Santo

e del Sabato Santo, celebrando il Vescovo, debbasi applicare pro

benefactoribus. . 6. Se ci sia obligo stretto nelle

Cattedrali di celebrare tre messe solenni nella Natività di N. S. G. C. e di applicarle tutte pro benefactoribus. .

7 7. Se i Vescovi ed i parroci

hanno l'obbligo di applicare pro populo tutte le tre Messo di Natale.

10

11. – Se chi è obbligato all'officio

divino può recitarlo insieme ad

altri che non è obbligato. 16 12 Se, trasferendosi la sola fe

sta popolare, non già l'ufficio e la messa, trasferiscasi ancora l'indul

genza, annessa a quella festa 18 13 Se nella refezione serotina

nei giorni di digiuno si possa far uso dello strutto da coloro che prendono la Bolla della Crociata.

19

[ocr errors]

8. Se il parroco ha l'obbligo

stretto di celebrare, nei matrimonii la messa pro sponsis, e ai appiicaria per questi.

12

14 Se quando in giorni di di

giuno è consentito lo strutto nella colazione vespertina, sia consentito ancora il burro. . 21

15 Circa le indulgenze, aunesse

alle corone de' Crocigeri. . 22

[merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][ocr errors][merged small][merged small][merged small][merged small]

25 – Circa la vigilia della Im-

macolata Concezione di M. V.

nelle provincie napoletane. 37
26 Se nelle Diocesi del Napole.

tano il di di S. Gennaro ci sia
l'obbligo pei curati della messa

pro populo.

40

59

39 Se possano far da patrini

della Cresima i religiosi secola-

rizzati, le Suore di voti semplici,

ed i preti secolari.

61

40

) - Se valga l'indulgenza del-

l'altare privilegiato quando la

Messa si applica a più persone.

pag.

63

41 Se per un sol defunto pos-

sano celebrarsi più messe lo stesso

giorno in altare privilegiato. 66

42 – Se, quando s'è perduto il

.

27 Se la messa pro populo possa

applicarsi ai defunti.. 42

28 – Circa la potestà che hanno

i sacerdoti di benedir le persone.

pag.

43

46 Se, dopo il decreto Vigi-

lanti studio della S. C. del Con-
cilio, possa differirsi di qualche
mese la celebrazione delle Messe
annuali.

74

48 – Se è lecito l'interesse dei
cinque quarti.

77
49 Se possa imporsi al peni-

tente un obbligo probabile. 77
50 Circa l'ascrizione alla Sacra
Famiglia.

78
31 Se il parroco può impedire
il confessore di confessare le don-

78

.

[blocks in formation]

l'assoluzione in articulo mortis.

pag.

105

65 Circa la benedizione, per le

indulgenze, in forma Ecclesiae

consueta e consueto ritu. . 103

66 Circa il benedire privatim

gli oggetti con indulgenze. 109

67 Se sia meglio far subito i

suffragii legati, ovvero differirli

per farne di più ? . 110

68 - Se i Terziarii di Ordine re-

ligioso possano avere diversi altri

scapolari.

. 111
83 Se lo stesso patrino pud te-

[blocks in formation]
[merged small][merged small][ocr errors]

77 – Circa l'alienazione di un fon-

do con canone dovuto a mona-

stero civilmente soppresso. 125

78 – Circa l'obbligo dei professi

di voti semplici d'intervenire al

coro.

126

[blocks in formation]

.

nere più persone al fonte o alla

cresima.

· 136

« ÖncekiDevam »