Sayfadaki görseller
PDF
ePub

89726

NUOVA RACCOLTA

DI

SCRITTI DANTESCHI

-

ILDEBRANDO GIUDICATO DA DANTE IMPOR-
TANZA DEL PORRE STUDIO NELLA DIVINA COMMEDIA
DEL VELTRO ALLEGORICO

IL SATANA DAN-
TESCO

LE RAGIONI SUPREME DELLA STORIA
SECONDO LA MENTE DI DANTE ALIGHIERI DEL-
L'EVIDENZA DANTESCA STUDIATA NELLE METAFORE,
NELLE SIMILITUDINI E NEI SIMBOLI BEATRICE
E L'ANIMA DEL POETA.

PARMA
FERRARI E PELLEGRINI EDITORI

1889.

[blocks in formation]

A CHI LEGGERÀ

Pigliando commiato da questo volume, ov'è tanta parte di me stesso, mi torna a mente una bella comparazione di Prudenzio: quella de' semi, che ritentano la zolla materna e cespite ab imo Veteres meditantur aristas. Anch' io ho ripensato con amore le vecchie spighe; e i semi del vero, durati intatti (dopo tanto mutar di cose intorno a me) nell'anima tenace, sentirono i primi germogli, e volentieri tornarono ad avvivarli. Non per fredda opera

di riflessione fu tratta la parola a ricoprire, quasi larva o colore, il pensiero; ma la pronta virtù del pensiero, ricorrendo qua e là, come succhio vitale in pianta, ringiovanì di sè la parola. Però ciascun lavoro, sostanzialmente e nella forma dell'arte, rimase quello che fu; mantenendo (non ostante lo spesseggiare de' ritocchi) propria tempra e movenza di stile, tanto da rendere di mano in mano il vario atteggiarsi della mente e l'orma del tempo. Così nel libro delle RAGIONI (dove si espone dantescamente quel Cristianesimo alto e sereno, a cui la superba vanità de' filosofanti potrà mutar nome e veste, non toglier vita e gioventù, mai) volli serbata l'antica semplicità della parola del cuore; nè al trattato dell' EVIDENZA mi parve sconvenisse un fare per lo più minuto e tranquillo, lumeggiato di vivezze descrittive, o al discorso su BeaTRICE baldanza e rapidità di sintesi immaginosa. Il corredo dottrinale (note e citazioni nel testo) curai moltissimo, aggiungendo o correggendo con pazienza ostinata; ma non volli che, per sovrapporsi od insinuarsi di studi e di osservazioni più recenti, alcun lavoro perdesse proporzione e misura. La stillata sostanza di quanto pensai su Dante dal 1876 fino ad oggi offrirò nel secondo volume di questa Raccolta, e meglio

« ÖncekiDevam »