Raccolta di rime antiche toscane ...

Ön Kapak
Tip. di G. Assenzio, 1817

Kitabın içinden

Kullanıcılar ne diyor? - Eleştiri yazın

Her zamanki yerlerde hiçbir eleştiri bulamadık.

Seçilmiş sayfalar

Diğer baskılar - Tümünü görüntüle

Sık kullanılan terimler ve kelime öbekleri

Popüler pasajlar

Sayfa 347 - Donna, da gli occhi tuoi par che si mova un lume che mi passa entro la mente, e quando egli è con lei, par che sovente si metta nel disio ched i si trova.
Sayfa 246 - ... laghi. E giovinetti vaghi veggio seguire e donnear costoro e talora danzare a mano a mano. E io, lasso!, lontano da quella che parrebbe un sol fra loro, lei rimembrando tale allor divegno che pianger fo qual vede il mio contegno! Canzone, assai dimostri apertamente come natura in questa primavera ogni animale e pianta fa gioire e...
Sayfa 350 - Trasse Amor poi di sua nova biltate fere saette in disdegnosa quadra; dice la mente, che non è bugiadra, che per mezzo del fianco son passate. I' non ritrovo lor ma il colpo aperto, io.
Sayfa 349 - Amor guida, Ch' entra per gli occhi a ciascun che la vede ; Questa è la donna piena di mercede, In cui ogni virtù bella si fida. Vienle dinanzi Amor, che par che rida, Mostrando il gran valor dov' ella siede ; E quando giunge ove umiltà la chiede, Par che da lei ogni vizio s* uccida.
Sayfa 383 - Ben cominciai, allor che pria m'avvenne che della neve nacque ardente foco, a dir di lei alquanto in rima e in prosa, ma un pensier discreto mi ritenne; veggendo lei da molto e me da poco, posi silenzio alla mente amorosa. Rimase il foco chiuso...
Sayfa 245 - E i dragoni e l' altre fere belve. Che sono a riguardar sì pien di rìschi. Punti d' amore e mischi D' un natural piacer prendon diletto. E così par costretto Ogni animal che in su la terra è scorto In questo primo tempo a seguir gioia : Sol io ho tanta noia Che mille volte il dì son vivo e morto. Secondo che mi sono o buoni o rei I subiti pensier ch'io fo per lei. Surgono chiare e fresche le fontane L' acqua spargendo giù per la campagna, Che rinfrescando bagna L' erbette ei fiori e gli arbori...
Sayfa 381 - Era nell'ora che la dolce stella mostra il segno del giorno ai viandanti, quando m 'apparve con umil sembianti in visione una gentil donzella. Parca dicesse in sua dolce favella : - Alza la testa a chi ti vien davanti mossa a pietà de...
Sayfa 387 - Più ch' altra cosa la vita mi grava. O crudel morte e prava, Come m' hai tolto '1 dolce intendimento Di riveder lo più bel piacimento, Che mai formasse natural potenza In donna di valenza, La cui bellezza è piena di virtute! Questo m' hai tolto; ond' io tal pena sento, Che non fu mai si grave condoglienza.
Sayfa 349 - Dell' aspra pena, che lo mio cor porta, Delli rei colpi, che ferito l' hanno. Chè i miei dolenti spiriti, che vanno Pietà caendo che per loro è morta, Fuor della labbia sbigottita e smorta Partirsi vinti, e ritornar non sanno.
Sayfa 243 - Se non alcun , che quasi com' io stia : Più son cacciato via , Che se di vita fossi struggimento : Ahi lasso me ! che così vii divento , Che morte sola ai mio rimedio chieggio : // cuore in corpo e la voce mi triema '• Io ho paura e tema Di tutte quelle cose , chea io veggio : Ed ancor peggio m...

Kaynakça bilgileri