Relazioni degli ambasciatori veneti al Senato: raccolte, annotate, ed edite da Eugenio Albèri, a spese di una società

Ön Kapak
Eugenio Albèri
Società editrice fiorentina, 1862
 

Kullanıcılar ne diyor? - Eleştiri yazın

Her zamanki yerlerde hiçbir eleştiri bulamadık.

Seçilmiş sayfalar

İçindekiler

Diğer baskılar - Tümünü görüntüle

Sık kullanılan terimler ve kelime öbekleri

Popüler pasajlar

Sayfa 380 - ... che frutta duecentocinquantamila scudi l'anno, e che nel tempo della concessione si stimava che dovesse fruttare più che altrettanto di più. Di modo che essendo capitale in Spagna con un solo cornero tutte le sopra dette abbondantissime grazie, il confessore di Sua Maestà, vescovo allora di Cuenca ed ora di Cordova, disse piacevolmente con il nunzio del Papa, ringraziandolo di tanti favori fatti al suo re, queste parole : « Senor Nuncio, nuestro senor Pio V lo ha hecho tan piamente como nosostros...
Sayfa 59 - La pungente passione della pietà, lodevole in » ogni core privalo, e lanto più alla corona nostra conde» cente, in quanto ch'ella dev'essere la liberatrice degli » uomini crudelmente incarcerati, la sostenitrice della ca» dente giustizia e il rifugio de' miseri tiranneggiati, ha » tolto il cuor nostro dalla quiete, e postolo nelle cure della » guerra; e la persona nostra dai placidi riposi ha condotto » nelle gravi fatiche delle armi. E sopra ogni altra cosa ciò » ha fallo quella pietà,...
Sayfa 133 - ... essi principi con molto loro danno si sono avveduti che non è più in loro potestà di potervi provvedere. Onde a voler mantenere gli stati quieti e in ubbidienza, non vi è cosa alla quale si debba più ardentemente attendere che a provvedere che questo male non entri, e usar diligenza che i molti seduttori, che vanno per il mondo con questo solo fine di maculare gli animi degli uomini, siano castigati, o almeno scacciati ». 28 Cfr.
Sayfa 60 - voi, come essi, nati di nobiltà, e solamente di gravi an» garie caricandovi, dividono tra sé i lesori vostri ; e già » fanno più tosto partecipi degli emolumenti dello Stato » molti uomini, che col nome di nobili vengono di Creta, » che voi, nati, nutriti, abitanti in Vinegia, più assai nobili » e più di virtù e di costumi adorni, che quei tali non sono. » Lo che, a pensarci, rappresenta nell'animo di ciascuno » tanta crudeltà, che non può ingegno umano imaginare, » come in voi...
Sayfa 277 - ... tra l'uno e l'altro spazio di essi vi possono agevolmente sedere tre uomini. E questo è quell'animale la cui unghia dicono giovare mirabilmente al mal caduco; e molti dal colore, giudicano che questa bestia sia l'asino selvaggio. Vi sono i bisonti, animali grandi quasi doppio d'un toro; questi hanno il pelo nero e folto, corrono velocemente e sono fierissimi, tanto che dando con le corna levano da terra un cavallo con sopra l'uomo e svellono un albero da terra con le radici. Gli uri sono simili...
Sayfa 5 - Germania; da poi la qualitä e il potere della MC, e in qual essere si e trovata e si trovi con i principi e stati imperiali, et etiam con gli Svizzeri; ultimamente, qual sia la disposizione dello Imperio e del Re verso questa Repubblica e il resto de potentati cristiani, e quello che Sua Maesta sia per poter fare a questo tempo.
Sayfa 132 - Altri negano la Trinità. In Sassonia è stato nuovamente un dottore che ha predicato che non vi è Cristo e queste eresie hanno di già penetrato non solamente per tutta la Germania, ma in gran parte della Francia, Inghilterra, Scozia, Polonia, Ungheria, Boemia, Prussia e tutti...
Sayfa 133 - ... con molto loro danno si sono avveduti che non è più in loro potestà di potervi provvedere. Onde a voler mantenere gli Stati quieti e in ubbidienza, non vi è cosa alla quale si debba più ardentemente attendere che a provvedere che questo male non entri e usar diligenza che i molti seduttori, che vanno per il mondo con questo solo fine di maculare gli animi degli uomini, siano castigati o almeno scacciati. Però prudentissimamente la Serenità Vostra vi provvede con tanta cura e diligenza,...
Sayfa 27 - Vostra, perche poi sara cosa difficillissima rimediar che sempre non cerchi drizzar ogni suo disegno contra questa Repubblica e tenerla sempre in gran spese e gran sospetto avendo il modo di poterlo facilmente fare ancora che mai non discendesse in Italia«.
Sayfa 370 - ... è oggidì Quiroga vescovo di Cuenca, e cinque o sei e fino otto inquisitori minori nominati da Sua Maestà. L'inquisitor maggiore è necessario che, dopo la nominazione del re, sia confermato nell'uffizio della Sede Apostolica. Ma dall'autorità di questa confermazione in poi, la quale nell'essenza del giudicare e del dipendere importa assai poco, non ha il Pontefice in questo consiglio, sebben tutto è per causa della religione, partecipazione nessuna. La qual cosa è sopportata dai Pontefici...

Kaynakça bilgileri