Sayfadaki görseller
PDF
ePub
[blocks in formation]
[ocr errors]

AGLI ERUDITI E CORTESI LETTORI,

R. Z.

Il Cavaliere Girolamo Tiraboschi nella sua eruditissima ed immortale Operá, intitolata Storia della Letteratura Italiana, trattando di quei che hanno ampiamente scritto intorno a Dante, nel Tomo v. (pag. 488. nota a) parla di M. Merian nei termini seguenti :-Tra “i moderni Scrittori che hanno illustrata la « Vita e il Poema di Dante deesi onoretol luogo a M. Merian, il quale nelle Memorie " dell'Accademia di Berlino del 1784, (pag. 66 439.) una ne ha inserita intorno al nostro Poeta. Io confesso che non ho trovato finora alcun Autore Oltramontano che con uguale esattezza abbia maneggiato un tale

argomento, e con piede cosi sicuro, sensa quasi mai inciampare, abbia corsa la Storia

or

« Letteraria e Civile d'Italia di quei tempi. 56 Tutto ciò che a Dante e all' argomento del suo Poema, e al modo, e allo stile con cui l' ha egli scritto, e alla scienza di cui egli fa

lodevole or biasimevole uso, tutto ivi 6 vedesi con somma vivacità insieme, e con 66 singolare accuratezza svolto e spiegato. « L' Autore si mostra versatissimo nella lin

gua italiana; e di fatto, cosa rarissima nelle « Stampe di Oltramonti, molti tratti di Dante 66 vi s' incontrano esattamente stampati, e fe66 delmente tradotti. Ei rileva assai bene i sommi pregi di Dante, ma non ne dissimula 66 i molti difetti, a ci in somma la più giusta " idea che bramar si possa della Divina Com

media e dell' Autore di essa."

Sull' autorità d'un valente uomo ho vom luto adornar questa mia presente Edizione della Memoria suddetta, non senza molta obbligazione al Signor Polidori, il quale animato dal medesimo zela per la nostra letteratura ne ha spontaneamente intrapresa la traduzione: ed è con ciò mia intenzione d'incoraggire gli. Stu

[ocr errors]

diosi del nostro gran Poetà alla lettura di esso anche sulla imparzial testimonianza degli Oltramontani, veri conoscitori di detta Letteratu ra, i quali con indefesso lavoro sino al fondo. sono iti a cercarne tutt' i suoi pregi non meno che i difetti ; dico, veri conoscitori, perchè grande è il numero di quei di superficiale cognizione, che perentoriamente decidono del merito dei più gran Poemi.

Ma già cominciano in parte a dissiparsi queste nuvole d'ignoranza innanzi ai Luminari dell' età presente, i quali non poco han contribuito all ingrandimento della Toscana Letterafura in queste regioni Oltramontane. Tra questi deesi onorevol luogo all illustre e benen merito della Repubblica Letteraria Guglielmo Roscoe, per le sue eruditissime Opere, cioè, Vita di Lorenzo dei Medici, e quella di Leon Decimo : e non meno debitrice è anche la Poesia toscana all incomparabile M. Mae thias, il quale con fino e delicato gusto ha colto i più vaghi

fiori del Parnasso nelle sue dotte ed eleganti Edizioni dei Poeti Lirici d'Italia, e di

VOL. IV.

« ÖncekiDevam »