Sayfadaki görseller
PDF
ePub

S CE L T A

[ocr errors]

DI
S Ο Ν Ε Τ ΤΙ
CON VARIE CRITICHE OSSERVAZIONI,

[ocr errors]

E D UN A

[merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][ocr errors]

1822. VENEZIA
EDITORE GIUSEPPE GNDATO

COI TORCHI DI ANTONIO CORDELLA

[merged small][ocr errors][merged small][ocr errors][ocr errors][merged small][ocr errors][merged small][merged small][merged small]
[merged small][ocr errors][merged small]

Quantuda

uantunque nella Lirica Poesia si vegga oggi. mai sbandito da tutta l'Italia l'uso di Iperboli smoderate, di traslati lontanissimi, di metafore viziosed'immagini false, di pensieri stravaganti, di contrapposti affettati, di docuzioni sregolate e barbare, di bisticci, di acutezze o poco sane', o totalmente fondate sul falso, delle qua di cose fu prodigo maestro l'Abate Tesauro nel suo Canocchiale Aristotelico, ed infelice promotore il Marini, e cent'altri della sua scuola in tanti loro Volumi; avviene nondimeno che si fatti Volumi sieno i primi a cader nelle mami de Giovani, i quali mal potendo di per sè stessi discernere'il grano daHa mondiglia, e l'orpeldo dall'oro, tanto si lasciano da quelle false bellezze sedurre, che formandosi in capo certe regole alla diritta ragione contrarie, quelle come primi principj sieguono poscia nel poetare; cacti sdegnando per isconci, bassi e difettosi que componimenti, che con essi non ben si accordano, o di essi si allontanaro totalmente.

Non sarebbe adunque cosa desiderabile, ch'e. glino, mentre ancora non hanno guasta'da verun pregiudizio l'immaginativa, avessero un li. bro nel quale, per entro alle varie maniere di poetare, 's'incamminassero a trovar quel Bello, in traccia di cui l'anime nostre, sono menos indirizzate ?

nas

« ÖncekiDevam »