Commedia

Ön Kapak
G. Rejna, 1854 - 773 sayfa
0 Eleştiriler
Yorumlar doğrulanmaz ancak Google, sahte içerik olup olmadığını kontrol eder ve tespit ettiklerini kaldırır

Kitabın içinden

Kullanıcılar ne diyor? - Eleştiri yazın

Her zamanki yerlerde hiçbir eleştiri bulamadık.

Diğer baskılar - Tümünü görüntüle

Sık kullanılan terimler ve kelime öbekleri

Popüler pasajlar

Sayfa 209 - ... 1 tapin che non sa che si faccia; poi riede, e la speranza ringavagna, veggendo il mondo aver cangiata faccia in poco d'ora, e prende suo vincastro, e fuor le pecorelle a pascer caccia...
Sayfa 340 - I' oriente, Come dicesse a Dio : D' altro non calme. 13 Te lucís ante si devotamente Le usci di bocca, e con si dolci note, Che fece me a me uscir di mente. E Г altre poi dolcemente e devote Seguitar lei per tutto Г inno intero, Avendo gli occhi alle superne rote.
Sayfa 320 - ... che sempre l'uomo in cui pensier rampolla sovra pensier, da sé dilunga il segno, perché la foga l'un dell'altro insella».
Sayfa 122 - Ma fu' io sol colà, dove sofferto Fu per ciascun di torre via Fiorenza, Colui, che la difesi a viso aperto.
Sayfa 239 - Com' esser può, quei sa, che sì governa. Quando diritto a pie del ponte fue ; Levò il braccio alto con tutta la testa Per appressarne le parole sue, Che furo : Or vedi la pena molesta Tu che, spirando, vai veggendo i morti : Vedi s'alcuna è grande, come questa. E perché tu di me novella porti ; Sappi eh' i' son Bertram dal Bornio, quelli Che diedi al Re Giovanni mai conforti I' feci 'l padre e'l figlio in sé ribelli : Achitofel non fe' più d' Absalone E di David co
Sayfa 500 - Ma per larghezza di grazie divine. Che si alti vapori hanno a lor piova, Che nostre...
Sayfa 482 - Ch' agli occhi temperava il nuovo giorno. Senza più aspettar lasciai la riva, Prendendo la campagna lento lento Su per lo suoi che d' ogni parte oliva. Un'aura dolce, senza mutamento Avere in sé, mi feria per la fronte Non di più colpo che soave vento; Per cui le fronde, tremolando pronte, Tutte quante piegavano alla parte U...
Sayfa 323 - Arno, e sciolse al mio petto la croce, Ch' io fei di me, quando 'l dolor mi vinse : Voltommi per le ripe , e per lo fondo , Poi di sua preda mi coperse , e cinse.
Sayfa 107 - Questi si percotean, non pur con mano, ma con la testa e col petto e coi piedi, troncandosi co' denti a brano a brano. Lo buon maestro disse: « Figlio, or vedi l'anime di color cui vinse l'ira; e anche vo' che tu per certo credi che sotto l'acqua ha gente che sospira, e fanno pullular quest'acqua al summo, come l'occhio ti dice, u
Sayfa 296 - Questi non vide mai l'ultima sera; Ma per la sua follia le fu si presso, Che molto poco tempo a volger era.

Kaynakça bilgileri