Sayfadaki görseller
PDF
[merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][ocr errors][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small]

Guarda che bianca luna!
La Vita Rustica .

V Educazione
La Caduta .
La Primavera
II Brindisi .
A Dante

Alla camera del Petrarca
Al suo cavallo
Il proprio ritratto .
Sulla Vita sua
Sopra iproprii scritti
Invito d'un Solitario
Per un dipinto
Sopra la Morte .
Sopra stesso
In morte di suo padre
Alla sua donna
Il suo ritratto
In morte del fratello
A Zacinto .
Alla Sera .
Alla Amica risanata
Marzo 1821
// Cinque Maggio .
La Morte di Ermengarda
Il Natale
La Rondinella
All' Italia .

V Infinito .
Il Sabato del villaggio
A Silvia
Canta notturno di un pastore

errante nel?Asia
Il passero solitario
A stesso .
Fede, Speranza, Amore
All' amica lontana.
La Fiducia in Dio
Sant'Ambrogio
Venezia

[graphic]
[merged small][ocr errors][ocr errors]

Beati voi che su nel del godete

Cancheri e beccafidri magri arrosto .
Caro m'è 'l sonno, e più l' esser di sasso
Cavalcando l' altr5 ier per un cammino
Che fai tu, luna, in dd? dimmi, che fai
Che speri, instabil dea, di sassi e spine
Chi non è innamorato
Chi sd tu, che non par donna mortale
Chi vuol conoscer, donne, il mio signore
Chiare, fresche e dolc i acque .
Così gì' interi giorni in lungo, incerto

Dal de l discese, e col mortal suo, poi
Degna nutrice de le chiare genti
Dico alle Muse: Dite
Di donne io vidi una gentile schiera .
Di giugno siati in tale campagnetta .
D'in su la vetta della torre antica
Di pensier in pensier, di monte in monte
Donna del Cielo, gloriosa madre
Donna del Paradiso

[ocr errors]

Donna pietosa e di novella etate
Donne ch' avete intelletto d'amore

Ei fu. Siccome immobile

Era la notte; e sul funereo letto

Fido destriero, mansueto e ardente
Forse perchè daltrui pietà mi vegna
Forse perchè della fatal quiete .
Fratelli d'Italia
Fresca rosa novella .

Già mai non mi conforto .
Già vidi uscir di l' unde mattina
Guarda che bianca luna .
Guido, i'vorrei che tu e Lapo ed io

I' Mi trovai, fanciulle, un bel mattino
1' mi trovai un di tutto soletto .
Intorn' ad una fonte in un pratello .
Il canto de li augéi di frunda in frunda
In povera capanna amico scende
In qual parte del cielo, in quale idea .
In un boschetto trovai pasturella
Io mi send' svegliar dentro a lo core .
Io mi son giovinetta, e volentieri
Io 'l giurerò morendo; unica norma .
Io pur, la Dio mercè, rivolgo il passo
Italia, Italia, o tu, cui feo la sorte
I' vo piangendo i miei passati tempi .

La bella donna mia d'un sì bel foco .
La dolce vista e 'l bel guardo soave .
Là nel mezzo del tempio a l'improvviso
La donzelletta vien dalla campagna .
La rete fu di queste fila d'oro .
Lascia l'isola tua tanto diletta .
Lassi, piangiamo, oimè, che l' empia Morte
La vaga Primavera ....
Lenta fiocca la neve pe 'l cielo cinereo : gridi
Levommi il mio pensier in parte ov' era

« ÖncekiDevam »