Die philosophischen Grundlagen zum "süssen neuen Stil": des Guido Guinicelli, Guido Cavalcanti und Dante Aligheri : Eine Studie

Ön Kapak
Carl Winter's Universitätbuchhandlung, 1904 - 110 sayfa

Kitabın içinden

Kullanıcılar ne diyor? - Eleştiri yazın

Her zamanki yerlerde hiçbir eleştiri bulamadık.

Seçilmiş sayfalar

Diğer baskılar - Tümünü görüntüle

Sık kullanılan terimler ve kelime öbekleri

Popüler pasajlar

Sayfa 78 - Vede una donna che riceve onore, E luce si, che per lo suo splendore Lo peregrino spirito la mira. Vedela tal, che quando il mi ridice, Io non lo intendo, si parla sottile Al cor dolente, che lo fa parlare.
Sayfa 9 - Sie verwizent mir, daz ich so nidere wende minen sanc. daz si niht versinnent sich, waz liebe si, des haben undanc! sie getraf diu liebe nie, die nach dem guote und nach der schoene minnent; we wie minnent die?
Sayfa 77 - Dal ciel si mosse spirito in quel punto che quella donna mi degnò guardare, e vennesi a posar nel mio pensiero. Elli mi conta sì d'Amor lo vero, che ogni sua virtù veder mi pare si com' io fosse nello suo cor giunto. È comprensibile che l'immagine di sé come d'«uno che va piangendo...
Sayfa 61 - Sendo l'anima mia a lui davante. — Lo ciel passasti e fino a me venisti, E desti in vano amor me per sembiante. A me convien la laude E alla reina del reame degno Per cui cessa ogni...
Sayfa 20 - Canzone, i' credo che saranno radi Color che tua ragione intendan bene, Tanto la parli faticosa e forte: Onde se per ventura egli addiviene Che tu dinanzi da persone vadi, Che non ti paian d'essa bene accorte; Allor ti priego che ti riconforte, Dicendo lor, diletta mia novella: - Ponete mente almen com'io son bella !CANZONE VII.
Sayfa 89 - E come quella fa di sua figura A giorno a giorno il mondo illuminato; Così fa questa il core Alii gentili, ed a quei c'han valore, Col lume che nel viso le dimora. E ciaschedun l' onora Perocché vede in lei perfetta luce, Per la qual nella mente si conduce Piena virtute a chi se n' innamora ; E questa è che colora Quel ciel d...
Sayfa 61 - Lo ciel passasti, e fino a me venisti, E desti in vano amor, me per sembianti; Ch' a me convien la laude, E alla Reina del regnarne degno, Per cui cessa ogni fraude.
Sayfa 37 - AI cor gentil ripara sempre Amore Come alla selva augello in la verdura; Ne fe 'Amore avanti gentil core, Ne gentil core avanti Amor, Natura; Ch' adesso ehe fo' il Sole Si tosto lo splendore fo' lucente, Ne fo avanti il Sole.
Sayfa 38 - Che dalla stella valor non discende, Avanti '1 Sol la faccia gentil cosa: Poi che n' ha tratto fuore Per sua forza, lo Sol dò che lì è vile, La stella 'i da valore.
Sayfa 44 - Et purus quidem amor est, qui omnimoda dilectionis affectione duorum amantium corda coniungit. Hie autem in mentis contemplatione cordisque consistit affectu; procedit autem usque ad oris osculum lacertique amplexum et verecundum amantis nudae contactum, extremo praetermisso solatio; nam illud pure amare volentibus exercere non licet.

Kaynakça bilgileri