Manuale della letteratura italian, 4. cilt

Ön Kapak
 

Kullanıcılar ne diyor? - Eleştiri yazın

Her zamanki yerlerde hiçbir eleştiri bulamadık.

Diğer baskılar - Tümünü görüntüle

Sık kullanılan terimler ve kelime öbekleri

Popüler pasajlar

Sayfa 449 - Or le sovviene il giorno, Ahi fero giorno! allor che la sua bella Vergine cuccia de le Grazie alunna, Giovenilmente vezzeggiando, il piede 520 Villan del servo con l'eburneo dente Segnò di lieve nota: ed egli audace Con sacrilego pie...
Sayfa 586 - Dio sta meco. E tu, tu stesso, (ah! ben lo sai) talora A me, qual sei, caldo verace amico, Guerrier, congiunto, e forte duce, e usbergo Di mia gloria tu sembri : e talor, vile Uom menzogner di corte, invido, astuto Nemico, traditore... ABNER Or, che in te stesso Appien tu sei, Saulle, al tuo pensiero, Deh, tu richiama ogni passata cosa! Ogni tumulto del tuo cor (nol vedi?) Dalla magion di que' profeti tanti, Di Rama egli esce.
Sayfa 597 - Israèle : a te si prostra, Te ne scongiura il servo tuo. Saul. La pace Mi è tolta; il sole, il regno, i figli, l'alma, Tutto mi è tolto! Ahi Saul infelice! Chi te consola? al brancolar tuo cieco, Chi è scorta, o appoggio?... I figli tuoi, son muti; Duri son, crudi.... Del vecchio cadente Sol si brama la morte : altro nel core Non sta dei figli, che il fatai diadema, Che il canuto tuo capo intorno cinge.
Sayfa 439 - Allora il buon villan sorge dal caro letto cui la fedel sposa ei minori suoi figlioletti intiepidir la notte; poi, sul collo recando i sacri arnesi che prima ritrovar Cerere e Pale, va, col bue lento innanzi, al campo, e scuote lungo il picciol sentier da' curvi rami il rugiadoso umor che, quasi gemma, i nascenti del sol raggi rifrange.
Sayfa 439 - Suoi fìglioletti intiepidir la notte; Poi sul collo recando i sacri arnesi Che prima ritrovar Cerere e Pale, Va, col bue lento innanzi, al campo, e scuote Lungo il picciol sentier da' curvi rami II rugiadoso umor che, quasi gemma, I nascenti del Sol raggi rifrange.
Sayfa 457 - Oh infelice e di men crudo fato degno vate! > mi dice; e, seguendo il parlar, cinge il mio lato con la pietosa mano; e di terra mi toglie, e il cappel lordo e il vano baston dispersi ne la via raccoglie.
Sayfa 567 - Un animo risoluto, ostinatissimo, ed indomito; un cuore ripieno ridondante di affetti di ogni specie, tra...
Sayfa 570 - ... e denti eletti; pallido in volto, più che un re sul trono: or duro, acerbo, ora pieghevol, mite; irato sempre, e non maligno mai; la mente e il cor meco in perpetua lite: per lo più mesto, e talor lieto assai, or stimandomi Achille, ed or Tersite: Uom, se
Sayfa 604 - Tacciar sudanti: noi, che fra il sangue, il terrore, e la morte, 200 per le spose, pe' figli, e per voi stessi, meniam penosi orridi giorni ognora. Codardi, or voi, men che oziose donne, con verga vii, con studiati carmi, frenar vorreste ei brandi nostri, e noi?
Sayfa 611 - Oh, figli miei... Fui padre. Eccoti solo, o re; non un ti resta dei tanti amici, o servi tuoi.

Kaynakça bilgileri