Sayfadaki görseller
PDF
ePub

si stampano in questa Raccolta ,

Pucciarello da Fiorenza è dall Elitore Fiorentino

collocato nel 1260, e dalla sua Raccolta si son cavate le rime qui poste .

Vol. II.

1

ALBERTUCCIO DELLA VIOLA .

I.

Selvaggio più che fera

[ocr errors]
[ocr errors]

Or sono addiventato
E obbliato m' hae la mia intendanza
'nde allegranza mai non penso avere .

Bene m'ha in oblianza
Quella , laonde io n' ho gioja
Più di null' altro amante al mio parere
La mia dolce intendanza
Ch' al cor mi ha messo noja
Pensando che non la

la posso vedere .
Non posso più soffrire ;
Anzi sento la morte
Che così forte mi vuol soperchiare ;
Vorrei campare , e non ho lo

e non ho lo sapere.
Taupino ! com' firaggio ,
Ch' io non aggio riposo ?
E giorno e notte ne sto dubitoso .
Vorrei esser si saggio ,
E lo mio cor si oso
Ch" io gisse , e non fosse päuroso ,

Allo viso amuroso
A chererli mercene ;
A quella , che mi tene in sua balia ;
A lei diria tutto lo mio volere.

Va, Ballata amorosa ;
Salutala ad ogni ora ,
Quella , che delle donne par la stella ,

Alla più dilettosa
Che in Siena fa dimora :
Dalla mia parte dille esta novella ;

E a lei si m' appella ;
E di ch' io son conquiso ;
Che tutto gioco e riso'm'è falluto :
Non aggio ajuto ; pensomi morire .

II.

[ocr errors]

MESS» La dolce innamoranza
Di voi , mia Donna , non posso celare .
Conviemmi dimostrare
Alquanto di mia gio' per abundanza .

Così come non può tutto tenere
Lo pomo lo suo frutto

lo suo frutto , ch'ha 'ncarcato
Dell' amorosa sua dolce stagione ,
Non posso tanta gioja meco avere ,
tanto ben tener tutto celato
Che fora in me perduto , ed a ragione .
Sed io più d' altro amante
Non dimostrasse l amoroso stato
Ove Amor m' ha locato
Con voi , mia Donna , di tutta onoranza

MAD. Gentil mio Sir , lo parlare amoroso
Di voi in allegresza mi mantiene
Ch' io dir non lo porria , ben lo sacciate
Perchè dello mio amor siele giojoso
Di ciò grande allegrezza e gioi mi viene :.
E altra cosa n' aggio in volontate.
For del vostro piacere ,
Tuttora fate la vostra volenza :
Aggiate provedenza
Voi di celar la nostra discanza.

[ocr errors]
[ocr errors]

.

[ocr errors]

Alla danza la vidi danzare
L' Amorosa che mi fa allegrare

Così , come danzava , mi ferio ;
Non mi fallio la fiore delle fiore .
Addovenir ne voglio
Giudeo pessimo e reo ,
Se il Deo dell' Amore
Non mi conduce con voi , Amor mio
Non ne camp' io : omè , donn' e signore
Quante pene mi facea durare .

Sir Iddio , non l avess' io mai veduta
conosciuta danzare alla danza ;
E al cor m' ha data mortale feruta,
E cguta , non credo campare ,
Se lo suo dolce amore non m'ajuta .
Alla postuta stonne in dubitanza
Si che appena men credo campare .

Vestui era d'un drappq. di Soria
La Donna mia e stavale bene.
Rallegrava la gente tuttavia
Che la vedia , traea lor di pene ;
E mi ha data tanta signoria ,
Che 'n quella dia solazzo bene ,
'Nanti foco ardente mi pare .

Tutti gli allegrava l' avvenente
Rosa aulente , cotanto sapia
E me non riguardava di nëente
O me dolente si com far solia .
Masella lo facesse accortamente,
Certanamente ben m' ancideria
Ed io più vivo non yorria stare

[ocr errors]
[ocr errors]
« ÖncekiDevam »