Sayfadaki görseller
PDF
ePub

9

[ocr errors]
[ocr errors]

Di si amoroso foco mi ha allumata .

Di amoroso foco so' allumato
Che m' arde e 'ncende si amorosamente,
Se s'attutasse non mi fora in grato
come consumar dolcemente ;
Ch' assai è più piacente
Lo male , ond' uomo aspetta guidardone
Che 'l ben senza ragione , ch' è turbato .

Gli occhi miei , ch' abbassando risguardaro
La dolce cera e l' amoroso sguardo,
Al cor foco d' Amore rapportaro ;
Allor s' apprese la fiamma ond' io ardo
Si ch' io mai non riguardo :
Amore , poi son dato in tua balia
Ah Dio come porria starti in grato.

1

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

In lontana contrada
Aggio amanza novella
Che 'l cor mi fa gioire
Erisbaldire , com augello in fronda ,
Perch'è gioconda e piena di piacere

Nella dolce contrada
D'un amor novamente
Lo mio cor fa soggiorno ;
Ed ho imaginata
La figura piacente
Chiara ch a me non torna .
Tanlo piacer l'adorna
Che lo mio cor non falla ,
Se con lei fa dimora
Come l aurora del Sol Oriente
Da lei si sente lo mio cor sentére ..

[ocr errors]
[ocr errors]

Voglia mi viene adonqua
Che corporalemente
Possa la dolce cera
Che lo mio viver onqua
Dello corpo presente
Senza lo cor non pera
Alla somma lumera
Di cui nulla par aggio
Tornerò discoso
A star giojoso di sua benvoglienza ,
Di sua dolce accoglienza ricepere .

[ocr errors]

III.

[ocr errors]

Amor , sio t'ho gabbato
Dimostrandomi tulo quand io non era ,
Or m'hai in tal manera
Che mio non so se non quanto v' è in grato .

Amor io mi confesso peccatore
In ver la tua 'dottata signoria ;
Ch' i era di tua fede infingitore ,
E mi credea amare a maestria
E gabbo mi facea d'ogni amadore
Che per te passo uscisse di tua via .
Or m'hai in fede mia
In guisa tal di mio saver partito ,
Ch' ogni uom mi mostra a dito
Odi come mia ragione hai Incato ;

E poi m'hai preso pur come ti piace ,
Mi meni e batti come tuo valletto
E tutto presto son soffirre in pace
Affanno come fosse diletto ,
E se mi dái tormento non mi spiace .
Pur non mi dar tu morte ond' ko sospetto ;

[ocr errors]

E non ne fo disdetto
Se non per sofferir tormento tanto
Amor che so I tuo amanto
Torna affunnando 'l buon servo pregiato .

IV.

Angelica figura
D'ogne piacer sovrana ,
Sembra stella diana
Vostro bel viso chiaro tanto sprende ,

Non credo , ciò mi è viso ,
Mai si piacente viso
For mancamento , fatto in veritate
Che bianco è più che riso,
E anzi è gioco e riso .
A chi 'l pon mente rende claritate
Adonqua tarditate
Fate avea morte scura ;
Non mi siate si dura
Poi son per voi in foco , che mi incende .

Non credo veramente
Ched altro avesse a mente
Quando fe' Dio bella criatura ,
Che piacque a tutta gente
Tant ha in se piacer gente
Vostro bel viso vederlo in figura
E nulla mancatura
Fece a vostre bellezze
Piacente d' adornezze
Lo vostro viso ciaschedun uom prende
Mercè ch' io moro

lasso,
Come pesce per l'asso ,
Se non m'ajuta yostro ajuto bono .

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

i vado come passo,
E non mi muto passo
senza lei non so vio mi sono .
Non è canto sono
Che mi possa accordare
Lo mio grevo scordare
Lii'nde 'l mio core tutto a voi si rende

[ocr errors]

.

[ocr errors]

PAGAVIVO DA SERZANA. G.

ravosa dimoranza ,
CN io fuccio lungiamente
Mi fa sovente lo core dolere
Ed aggione pesanza ;
Che lo viso piacente
Dell'avvenente non posso vedere ;
Gioja parmi s'asconda ;
Temo non mi confonda lo pensare ;
Ond' agli occhi m'abbonda
Le lagrime come onda allo mare .

Piangendo gli occhi miei
Mi bagnano lo viso
Perchè divisó son dell' amorosa .
Lasso ! tornar vorrei
Ov' e 'l mio core assiso ,
E 'n pena miso , che giammai non posa ,
S' io non ritorno al loco
Ove 'n solaccio e 'n gioco dimorava
Ond' io sono in tal foco ,
Che tutto incendo e coco : mi grava :

Se Amor m' incende e stringe, E facemi languire ,

[ocr errors]
[ocr errors]

Lo mio disire conforia mia spera ,
Che 'ntra lo cor mi pinge
Al mio reddire la giojosa cera
Mi darà diportando
Quella cii m' accomando notte e dia ;
Così dogli' allegrando
Trasportomi aspettando la gioi mia .

Gioja della sovrana
Delli sprendor vernice
Che 'mperadrice sembra tant è bellas
Aspetto prossimana .
Essi com' uomo dice
Della Fenice, che si rinnovella
In foco : io così faccio
Che 'n fiamma , e 'n pena, e’n ghiaccio mi rinovo.
Di gioi' canto e poi taccio ;
Le vie d'Amor ch' io saccio

tutte proyo .
Le vie d' Amor son tante
Che v'uom vada o vegna
Tuttora degna dello 'nsegnamento

ma como amante
Prego , che il mio cor tegna
Quella , 'n cui regna tutto piacimento ..
Donqua , Sonetto fino ,
Cantando in tuo latino va in Fiorenza :
A chi m' ave dimino
Di

ch' io tullora 'nchino sua valenza ..

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

Non so

[ocr errors]

Vol. II.

X X

« ÖncekiDevam »