Sayfadaki görseller
PDF
ePub

POLO DA LOMBARDIA .

SONETTI

L. Si

ì como il balenato foco acciso Sembra fra l'aire iscura e poi risprende : Poi lo suo lume appare ,

e distiso Per gran fortuna forte tron discende ; Chuom trema di paura ,

ed è d' avviso

viso, Che ciò poss' esser vero a chi lo ntende ; Così isguardando , ch' io sono priso Dalli suoi occhi risplendor mi rende .

Poichè lo suo splendore è apparito
Le lingue croje, vaghe di maldire
Tronan parlando , ed hannomi ferito .

Riprendon chi me fa contra te gire ;
Sovente di dolor saria perito
Ma fino Amor giammai non de fallire ..

[ocr errors]
[ocr errors]

II.

[ocr errors]

Ladro mi sembra Amore poi che fese come fel ladrone fa sovente , Che se in via trova quel d' altro paese Fa i creder, ch' el fal cammin certamente

E inganna quello , che sua guida prese , Promettendol menar seguramente : E menalo o'no' i vaglion difese , E poi si 'l prende , e trattal malamente

Sembiantemente mi devien d' Amore Che lui seguii , credendo di lui bene ; Ello mi

[ocr errors]

prese e 'n tal loco m' addusse ;

>

E si mi stringe , ch' i' non ho valore , Che di nullo sollazzo mi sovviene : Meglio mi fora , che morle mi fusse .

III.

,

como quel , che porta la lumera La notte , quando passa per la via Alluma assai più gente della spera , Che se medesmo , che ha in balia ;

Ed una bestia , ch' ha nome Pantera Chaulisce più che rosa , o che lumia E repien d'aulimento ogn'altra fera

che cura non ne dia Così , Madonna

,

delle Non par che vi inalziate la persona , Ma rallegrate ciascun che vi mira.

Ma se vedeste un' altra , che l'avesse , Anzi la prendereste ch' è corona , Nè gabbereste 'l cor ,

che 'nde sospira

Ed ella par

gran bellesse

[ocr errors]

IV.

Non si cangi la fina benvoglienza ,
Che è nata fra noi , Donna valente
Sio non faccio mostranza per temenza ,
Ch' aggio", Bella della nojosa gente ,

Che sturbano l' Amor , grand è parvenza Più tosto

che se sta celatamente : Ond io porto in cor la vostra intenza

che di fuor non par nejente
Che Amore è cosa molto dubitosa
Si come uomo , cli' a morte è piagato
Che muor tenendo sua piaga nascosa

[ocr errors]

Celata,

.

[ocr errors]

Amor,

son dato

[ocr errors]

348

A simil pena per voi ,
Se non m' aitate voi , ciera amorosa
Celando Amor , morraggio disperato .

[ocr errors]
[ocr errors]

Poi che tanto in ver me umiliate, Cherendomi mercè con pietanza , Mostrando per vostro dir , che m' amate , come pare per ferma certanza ,

Ragione è che il mio voler sacciate
Poich' i vi veggo in cotanta pesanza :
Per mio amor voglio , che confortiate
Che 'n voi ho messo il core e la speranza,

E son di voi coralmente presa ,
Che giorno e notte non posso posare ,
Anzi incendo ed ardo più che foco
Ma vi prego ,

che da voi sia intesa, Che vi piaccia lo vostro amor celare In fin tanto che vegna tempo e loco .

CANZONE.

La
gran

nobilitate
Che in voi , Donna , ho trovata :
M'inforza ogni fiata di trovare ,
E donami ardimento .
Però con umiltate
Nova canzon trovata
Ho per voi , pregiata
Sovra ogn' altra di meglioramento ;.
E vogliola cantare ,
E far cantare altrui,
Gentil Donna , per vui :

[ocr errors]

Siccome uccello , che per gran frescura
Diletta in dolci versi , che li piace

lo canto , e mi conforto ,
Sperando bene avere ,
Com' uomo ch' ha grande avere campato
Di periglioso loco
Ed è arrivato a porto,
Ch' è tulto in suo piacere ,
Pensando che 'l nocére
Li tornerà in gran sollazzo e gioco .
Similemente avviene
A me

che sono stato In mimar tempestato , Or sono a porto , e gittato paro Sovri ancora , che mai non sa lasciare.

Madonna , poi vi piace ,
Ch' io dica apertamente ,
Lo mio core e la mente
Dimorano con voi ogni fiata.
El fino Amor verace
A cui sono ubbidiente
Mi fa di voi presente,
Che io vi tegna stretta ed abbracciata .
Ben mi par quel ch' io dico
Non perchè il vero sia
Che non vo' dir bugia ,
Ma faccio come fantolin , che crede
Quanto lui sogna esser gran veritate .

L'adorno portamento,
E la gaja sembianza
Mi ferma speranza
Di avere vostra buona volontate
Però mi rappresento
A poi con sicuranza

[ocr errors]
[ocr errors]

Pensando , che onoranza
Si vi si accresce di tale amistate.
E dico a voi palese
Ch ho udito tenzonare

re,
Colui è da biasmare
Che suo pregio danna , ed ha tormento
Poichè s' è messo in sua confidanza

Io somiglio alla state
Che adduce foglie e fiori .
Divisato ha i colori
Quella , per cui io sto fresco e giojoso :
Ch' ogni gran novitate
N
apparan

li cantori Che danno agli amadori gran conforto . A qual sta più pensoso Un suo dolce risguardo Fa ciascuno allegrare . Qualunque vuole amare , Sia in amore giacchito e sofferente ; Che piace a me Donna orgogliosa e fera .

PUCCIARELLO DA FIORENZA .

I. Per

er consiglio ti do de passa passa , Voltar mantello a quel vento che viene ; Chi 'nalzar non se può , molto fa bene Ch' a suo vantaggio fiettendo s' abbassa

Per sempio mostro l'arboscella bassa Quando la piena incontra le viene , Chella si fiette e cosi se mantiene

[ocr errors]
[ocr errors]
« ÖncekiDevam »