Sayfadaki görseller
PDF
ePub
[ocr errors]

Dunque , se questa mia matera è buona ;
Come ciascun ragiona ,
Sarà veriù , e con vertù s' annoda .

Al gran pianeta è tutta simigliante ,
Che da levante
Avunte , infino a tanto che s' asconde
Con li bei raggi infonde
Vita , e vertù quaggiuso
Nella materia si , com'è disposta :
È questa disdegnosa di cotante
Persone

, quante
Sembiante portan d' uomo e non risponde
Il lor frutto alle fronde
Per lo mal , ch hanno in uso :
Simili beni al cor gentile accosta ;
Che 'n donar vita è tosta
Col bel sollazzo e co' begli atti nuovi ,
Ch' oynora par ,

che truovi ;
E verlù per esempio ha chi lui piglia .
O falsi cavalier , malvagi , e rei ,
Nemici di costei
Chi al prenze delle stelle s' assimiglia .
Dona e riceve ľuom ,

cui questa vuole ;
Mai non sen duole ;
'l sole per donar luce alle stelle
per prender da elle
Nel suo effetto ajuto ;
Ma ľuno , e l' altro in ciò diletto tragge :
Già non s'induce ad ira per parole ;
Ma quelle sole
Ricole che son buone; e sue novelle
Tuite quante son belle :
Per se è car tenuto
E desiato da persone sagge ;

[ocr errors]

Che dell altre selvagge
Cotanto lode , quanto biasmo prezza :
Per nessuna grandezza
Monta in orgoglio ; ma quando gl' incontra
Che sua franchezza gli convien mostrare ;
Quivi si ja laudare.
color , che vivon , fanno tutti contra .

XXI.

[ocr errors]
[ocr errors]

Doglia mi reca nello core ardire
A voler , ch' è di veritate amico
Però donne sio dico
Parole quasi contra a tutta gente
Non vi maravigliate
Ma conoscete il vil vostro desire :
Che la biltà , ch' Amore in voi consente
A virtù solamente
Formata fu dal suo decreto antico
Contra lo qual fallate ;
lo dico a voi , che siete innamorate :
Che se beltate a voi
Fu data e vertù a noi ,
Ed a costui di due potere un fare ;
Voi non dovreste amare ,
Ma coprir quanto di biltà dato ;
Poichè non' è vertù , che era suo segno .
Lasso ! à che dicer

a che dicer vegno ?
Dico ; che bel disdegno
Sarebbe in donna di ragion lodato
Partir da se biltà per suo comiato .

Uomo da se vertù fatta ha lontana ;
Uomo non già , ma bestia chuom simiglia ;
O Dio ! qual meraviglia ,

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

Valer cadere in servo di signore ?
over di vita in morte ?
Vertute al suo fattor sempre sottana
Lui obbedisce a lui acquista onore ,
Donne tanto ch' Amore
La segna d'eccellente sua famiglia
Nella beata corte :
Lietamente esce dalle belle porte ;
Alla sua donna torna ;
Lieta va , e soggiorna ;
Lietamente ovra suo gran vassallaggio ;
Per lo corto viaggio
Conserva adorna

accresce ciò

che trova ;
Morte repugna si , che lei non cura
O cara ancella , e pura
Colt hai nel ciel misura ;
Tu sola fai signore : e questo prova..
Che tu se' possession ; che sempre giova

Seryo , non di signor , ma di vil servo
Si fa , chi da cotal Signor si scosta :
Udite quanto costa ,
Se ragionate l' uno

e l' altro danno
A chi da lei disvia :
Questo servo signor ,

, quanto è protervo ?
che gli occhi , ch' alla mente lume fanno ,
Chiusi per lui si stanno
Sicchè gir ne conviene all' altrui posta ;
Ch' adocchia pur follia :
E però che il mio dire util vi sia ,
Discenderò del tutto
In parte , ed in costrutto
Più lieve , perchè men grave s'intenda ;
Che rado sotto benda
Parola oscura giugne allo intelletto ;

1

[ocr errors]

Perchè parlar con voi si vuole aperto ;
E questo vo' per merlo
Per voi , non per me certo
Ch' aggiate a vil ciascuno , ed a dispetto ;
Chassimiglianza fa nascer diletto .

Chi è servo, è come quel , ch'è seguace
Ratto a signore , e non sa dove vada
Per dolorosa strada ;
Come l' avaro seguitando avere ,
Ch a tutti signoreggia :
Corre ľavaro , ma più fugge pace
(0 mente cieca che non puoi vedere
Lo tuo folle volere
Col numero

chognora passar bada ,
Che 'nfinito vaneggia ·
Ecco giunti a colei , che ne pareggia ;
Dimmi ; che hai tu fatto
Cieco

disfatto ?
Rispondimi , se puoi : altro che nulla :
Maledetta tua culla
Che lusingò cotanti sonni invano :
Maledetto lo tuo perduto pane ,
Che non si perde al cane ;
Che da sera

e da mane Hai ragunato,

e stretto ad ambe mano Ciò , che si tosto si farà lontano

Come con dismisura si raguna , Così con dismisura si distringe : Quesť è

che molti pinge In suo servaggio ; e 's' alcun si difende , Non è senza gran briga. Morte che fai? Che fai buona fortuna ? Che non solvete quel", che non si spende? Se 'l fate ; a cui si rende ?

avaro

[ocr errors]
[ocr errors]

Nol ; poscia che tal cerchio ne cinge
Chi di lassù ne riga ;
Colpa della ragion , che nol gastiga :
Se vuol dire : io son presa ;
Ah ! con poca dijesa
Mostra signore , a cui servo sormonta .
Qui si raddoppia lonta
Se ben si guarda , dov' io addito :
Falsi animali a voi , ed altrui crudi ,
Che vedete gir nudi
Per colli , e per paludi
Uomini , innanzi a cui vizio è fuggito ;
E voi tenere vil fango vestito .
Fassi dinanzi dallo avaro volto

volto
Vertù , che' suoi nemici a pace invita
Con matera pulita ,
Per allettarlo a se ; ma poco vale ,
Che sempre fugge l' esca :
Poichè girato lo ha chiamando molto
Gitta 'l pasto per lui , tanto glien cale ;
Ma quei non vapre l' ale ;
E se pur viene , quando si è partita :

che incresca, Come ciò

che non esca Del beneficio loda . Io vo' che ciascun m' oda : Qual con tardare , e qual con vana vista ; Qual con sembianza trista Volge il donare in vender tanto caro ; Quanto sa sol , chi tal compera paga : Volete udir se piaga Tanto chi prende smaga ? Che 'l negar poscia non gli pare amaro : Così altrui , e se concia l avaro . Vol. II.

N

[ocr errors]

Tanto par,

possa dar

[ocr errors]
« ÖncekiDevam »