Sayfadaki görseller
PDF
ePub

INTORNO ALL'EPOCA

DELLA

VITA NUOVA

DI

DANTE ALLIGHIERI

DISSERTAZIONE

DI .

ANTONIO LUBIN professore straordinario presso ľ i. . Università di Graz, letta nell ATENEO VENETO nelle adunanze del 23 Maggio e 12 Dicembre

1861.

GRAZ 1862.
Coi tipi di Giuseppe A. Kienreich.

[merged small][merged small][merged small][ocr errors][merged small]

A GIORGIO ED A MARIA SILLOVICH

COGNATO E SORELLA

DILETTISSIMI

PADRE E MADRE DI FAMIGLIA

BENEMERITI

ESEMPJ DI TUTTE VIRTŮ DOMESTICHE CIVILI RELIGIOSE

QUESTO PUBLICO TESTIMONIO

DI AFFETTO DI STIMA DI GRATITUDINE

L'AUTORE

D. D. D.

[ocr errors]

Non è effetto di superstiziosa idolatria, se i dantofili trattano con tanto studio e zelo parecchie questioni, per sè del tutto accessorie, sulla vita e sulle opere di Dante da farle più volte il suggetto di lunghi trattati e di calde polemiche. Ciò che sarebbe superfluo e talvolta anche ozioso ove d'ogni altro scrittore si trattasse, in Dante si è della massima importanza. Egli seppe per tal modo trasfondersi nelle sue opere, ed in tal guisa, secondo i tempi nei quali scrisse, fondervi insieme sè e la società e il loro suggetto, che in alcune di esse la perfetta intelligenza dell'ultimo dipende dalla conoscenza degli altri due. Più volte accadde che l'illustrazione di un accenno biografico o storico, per l'innanzi in alcune opere di Dante o trascurato o franteso, ne portasse la luce sopra parti essenziali: che, poste per ciò in armonia coll' opera stessa, fecero molte questioni o sciolte o affatto nulle. Si può anzi dire che quanto vi ha tuttora di oscuro e di conteso nel suggetto delle opere di Dante, si debba principalmente a ciò che non ne sono ancora ben conosciute le fasi della sua vita intellettuale, morale e civile; e che i suoi tempi, che sono pure tanta parte nelle sue opere, non ci sono presentati nè nell'interezza né nel lume, nei quali ve li ha riposti Dante. Donde ne viene che tutto ciò che può recare luce o sulla biografia dell' Allighieri, o sulle sue opere, o sulle condizioni de' suoi tempi in quanto questi si riferiscano o a lui o alle opere di lui, sarà da ritenersi sempre mai utilissimo.

E poichè questa fusione è un fatto che, spero, non mi sarà conteso; tant'è ch'io non dubito punto di stabilirla come una dellenote caratteristiche delle opere di Dante; ne consegue, che le opere sue debbano considerarsi qual fonte autorevole per conoscere la società del suo tempo qual essa era; e specialmente poi per conoscerla secondo che egli la ravvisava e la fece un elemento de' suoi scritti. Di più, che sieno esse da considerarsi qual fonte principale, a cui

« ÖncekiDevam »