Sayfadaki görseller
PDF
ePub
[graphic][ocr errors]
[ocr errors][merged small]

v Turch des

GLA(MO

hera posseduta da A Ranieri

Iebrel - Moumere,

[merged small][merged small][merged small][ocr errors][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small]
[merged small][ocr errors]

INTORNO A QUESTA EDIZIONE.

Questa edizione sarà preceduta da una Notizia intorno agli scritti, alla vita ed ai costumi dell'autore, scritta dallo stesso Antonio Ranieri; e si comporrà: di trentasei Canti e di sei Frammenti poetici con dedici Note: di ventiquattro Operette morali con sessantadue Note; della Comparazione delle sentenze di:Brito minore e di Teofrasto, vicini a morte; di centundici Pensieri morali; del Martirio de' santi padri det mönte Sinai e dell'eremo di Raitu; e dei Volgarizzamenti del Manuale di Epitteto, della Favola di Prodico narrata da Senofonte, di quattro Discorsi d' Isocrate, cioè, Avvertimenti morali a Demonico, A Nicocle re di Salamina, Nicocle ed Orazione areopagitica, di un' Orazione di Giorgio Gemisto Pletone in morte dels imperatrice Elena Paleologina e di un Frammento dell'Impresa di Ciro descritta da Senofonte: dei quali volgarizzamenti, il secondo è preceduto da un breve avvertimento, ed il primo, il terzo ed il quarto da altrettanti discorsi

LEOPARDI. Opere. - 1.

del volgarizzatore. Fra tutte le cose onde si compone questa edizione, molte, benchè stampate o ristampate in Milano, in Bologna, in Fi

renze, in Napoli, in Palermo, in Parigi e altrove,

sono presso che impossibili a trovare. Le non mai più stampate sono: due Canti, cioè, il Tramonto della luna e la Ginestra o il Fiore del deserto; tre Operette morali, cioè il Frammento apocrifo di Stratone da Lampsaco, dell'origine del mondo, preceduto da un breve Preambolo, il Copernico, dialogo, e il Dialogo di Plotino e di Porfirio; i centundici Pensieri morali; e i primi tre Volgarizzamenti coi due Discorsi e l'Avvertimento del volgarizzatore. Il moltiniento, disegnato da Michele Ruggiero, che ne fu medesimamente architetto, è stato intagliato in rame da Paolo Lasinio. Il ritato; ricavato da Gaetano Turchi in disegno dalla maschera gettata in gesso sul cadavere, è stato intagliato in acciaio da Luigi Errani. L'iscrizione scolpita sul monumento è di Pietro Giordani.

« ÖncekiDevam »