Sayfadaki görseller
PDF
ePub

LE

POUSIE LIRICH

DI

DANTE ALIGHIERI

[blocks in formation]
[merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][graphic][subsumed][merged small][merged small]
[ocr errors][ocr errors][ocr errors][ocr errors][ocr errors][ocr errors][merged small][ocr errors][ocr errors][ocr errors][ocr errors][merged small][merged small][merged small][merged small]

STORICO-LETTERARIA

L

ITALIA ebbe da due parti incitamenti, e modelli alla formazione della sua Poesia nazionale, dalla Sicilia, e dalla Francia. In queste due parti egli è mestieri di ravvisare l'influenza degli Arabi , la quale si specchia anche nella Poesia Italiana. La Poesia Provenzale poco dopo il suo nascere (circa il 1100 sotto Guglielmo VIII. Duca d'Aquitania) venne propagata nella Lombardia in molte corti , e case signorili. Il mistico SORDELLO (1280) era uno degli ultimi più accreditati Trovatori; alla fine del XIII secolo la lingua Provenzale preponderò decisivamente.

La Poesia Siciliana surse gloriosamente sotto il dominio dei Normanni (1129); la lingua Cortigiana si distingueva da quella del volgo , e gli Arabi protetti, e stimati dai Re , non poco influirono alla coltura della mente , e del gusto ; canti erotici risonavano del medesimo contenuto, e metro, come quelli degli Arabi, e Provenzali. La lingua Cortigiana-Siciliana (cui Dante lingua volgare appellava) e la Poesia si trasferi per il territorio di Benevento, nello Stato di Fiorenza, incontrando il linguaggio Provenzale , ma prevalse fra poco tempo , predominando l'ultimo idioma.

« ÖncekiDevam »