Sayfadaki görseller
PDF
ePub
[graphic][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][graphic][graphic][merged small][merged small][merged small][merged small]
[ocr errors]
[ocr errors][merged small][ocr errors][merged small][merged small]

Le dolci rime d'Amor, ch'io solia

Cercar ne' miei pensieri,
Convien ch' io lasci, non perch'io non speri
Ad esse ritornare,
Ma perchè gli atti disdegnosi e feri,
Che nella Donna mia
Sono appariti, m'han chiuso la via
Dell'usato parlare.
E poichè tempo mi par d'aspettare,
Diporrò giù lo mio soave stile,
Ch'i' ho tenuto nel trattar d'Amore,
E dirò del Valore,
Per lo qual veramente uomo è gentile,
Con rima aspra e sottile
Riprovando il giudicio falso e vile
Di que', che voglion che di Gentilezza
Sia principio ricchezza.
E cominciando, chiamo quel Signore,
Ch'alla mia Donna negli occhi dimora,

Per ch' ella di sè stessa s' innamora.
Il Convito.

26

« ÖncekiDevam »