Sayfadaki görseller
PDF
ePub

Voi che portate la sembianza umile
Voi, donne, che pietoso atto mostrate

Pag.

36 256

[ocr errors]

.

II. Ballate.
Ballata, io vo' che tu ritruovi Amore
Deh, nuvoletta, che in ombra d' Amore .
Donne, io non so di che mi preghi Amore
Fresca rosa novella
Io mi son pargoletta bella e nuova
Io non domando, Amore
Madonna, quel Signor che voi portate
Morte villana, di pietà nemica
O voi che per la via d' Amor passate
Per una ghirlandetta . .
Poichè saziar non posso gli occhi miei
Voi che sapete ragionar d' Amore

.

14 244 248 360 240 310 246 10

6 236 250 232

[ocr errors]

III. Canzoni. Ahi fals ris! per que trait haves

220 Al poco giorno ed al gran cerchio d'ombra (Sest.) 226 Amor che muovi tua virtù dal cielo

172 Amor che nella mente mi ragiona .

100 Amor, dacchè convien pur ch' io mi doglia 158 Amor, tu vedi ben che questa donna .

146 Cosi nel mio parlar voglio esser aspro

138 Doglia mi reca nello core ardire

200 Donna pietosa e di novella etate

40 Donne ch' avete intelletto d' Amore

26

.

[ocr errors]
[ocr errors]

.

E' m' incresce di me si malamente
Gli occhi dolenti per pietà del core
Io sento si d' Amor la gran possanza
Io son venuto al punto della rota
La dispietata mente che pur mira
Le dolci rime d'Amor ch' io solia
Morte, poich' io non truovo a cui mi doglia
O patria, degna di trionfal fama
Poscia ch' Amor del tutto m' ha lasciato
Poscia ch' io ho perduta ogni speranza
Quantunque volte lasso! mi rimembra
Tre donne intorno al cor mi son venute
Voi che, intendendo, il terzo ciel movete

Pag. 130

56 120 152 166 108

86 212 180 296

64 192 94

[ocr errors]

Libro primo.

Rime della vita nuova.

Erstes Buch. Gedichte aus dem Neuen Leben.

Dante's lyr. Geb.

1

[ocr errors][merged small]

ciascun' alma presa e gentil core,
Nel cui cospetto viene il dir presente,
A ciò che mi riscrivan suo parvente,

Salute in lor Signor, cioè Amore.
Già eran quasi che atterzate l'ore

Del tempo ch' ogni stella è più lucente,
Quando m' apparve Amor subitamente,

Cui essenza membrar mi dà orrore.
Allegro mi sembrava Amor, tenendo

Mio core in mano, e nelle braccia avea

Madonna, involta in un drappo dormendo.
Poi la svegliava, e desto core ardendo

Lei paventosa umilmente pascea:
Appresso gir ne lo vedea piangendo.

Das brennende Herz.

Yebe
edes gefangne Herz, jed' edle Seele,

vor deren Augen diese Worte kommen,
aufdaß fie ihre Meinung mir berichte,

sei mir in Amor, ihrem Herrn, gegrüßt! Ein Drittel fast der Stunden war vorüber

der Zeit, da jeder Stern am hellsten leuchtet,
als Amor mir mit Einem Mal fich zeigte,

deß Wesen, denk ich dran, mich noch erschreckt. Bergnügt fah Amor aus; in seiner Hand

hielt er mein Herz, und in den Armen hatt er

Madonna, slummernd, in ein Tuch gefüllt.
Dann wedt' er fie und bot dies Heiße Herz

zur Nahrung ihr, der findlich schüchternen;
drauf sah ich weinend ihn von dannen gehn.

« ÖncekiDevam »