Sayfadaki görseller
PDF
ePub

AVVISO DELL' EDITORE.

Con la mia Biblioteca Poetica si procurò di offerire in trenta volumetti quanto di più notabile ha prodotto in sei secoli l'italiana poesia; nè fu contrario l'esito a' nostri voti. Ora un novo s' innalza e più splendido monumento ai principi del Parnaso, Dante, PeTRARCA, ARIOSTO, Tasso; e porremo ogni studio perchè riesca degno di sì alti nomi. « In questi quat«tro grandissimi (dice Alfieri nella sua Vita) si trova « tutto quello che si può umanamente desiderare in

poesia. » L'edizione avrà dieci volumi, simili al primo ch' esce ora in luce, e nel quale si veggon precedere all' Inferno di Dante, disposte per ordine cronologico, per la prima volta raccolte, per la prima volta corredate di argomenti e di note, tutte le Poesie Liriche di questo creator della lingua e poesia toscana, di questo padre e maestro della letteratura moderna. Nelle prose

dall' Autore frammiste alle rime della Vita Nuova, e nel lungo comento col quale egli accompagna le tre canzoni del Convito, io non presi che quanto abbisognar mi poteva per dilucidar le poesie. Una sola canzone del Poeta , da lui stesso citata nel

cap. xi del lib. i de Vulgari Eloquentia, e che cominciava, Traggemi della mente Amor la stiva, io ho cercato indarno nelle edizioni di Pasquali e di Zatta, e in molt' altre. Quando non sia smarrita, e che mi venga fatto di rinvenirla, la stamperò alla fine del secondo ed ultimo volume di Dante, che conterrà il Purgatorio ed il Paradiso, e che uscirà fra due mesi. Seguiranno a pari distanza gli altri otto volumi, nè più, nè meno. Per l'esattezza e la correzione del testo, la punteggiatura e l'ortografia, ripeterò quel che dissi annunziando la picciola Biblioteca, che si ebbe e si avrà sempre cura di consultare le più celebri e accreditate edizioni d'Italia, il parere de' critici e de' letterati, e sopra tutto le leggi della ragione e del gusto. Non volendo copiare ciecamente nessuno, continueremo a far conoscere le Varie Lezioni, per poco che sieno importanti, contrassegnando quelle che alle edizioni della Crusca appartengono. Quanto alle Annotazioni, io penso che i miei leggitori non mi dimanderanno che l' utile e il vero esposto con brevità e chiarezza : trovando questo ne'diversi spositori, io prendo le lor note e cito i lor nomi; non trovandolo, cerco di supplirvi alla meglio. Lo scopo principale delle annotazioni a Dante, è quello di agevolarne l'intelligenza : negli altri tre Poeti avranno un campo più vasto le letterarie considerazioni, tanto per

le proprie bellezze, quanto per quelle che presero da Omero, da Virgilio, da Orazio, e da Dante medesimo. Io non offendo nè censuro veruno de' miei predeces

sori, ma so ch'è libero a tutti di censurarmi. Alle urbane e ragionate critiche, risponderò ringraziando, e o correggendomi o adducendo le mie ragioni in contrario : alle scortesie ed all'ingiuria , non saprò mai opporre che silenzio e disprezzo.

[merged small][merged small][merged small][ocr errors][merged small]

Degli altri si scriverà il nome intero. Le note senza nome nè abbreviatura, sono dell'editore.

VITA

DI DANTE ALIGHIERI

SCRITTA DAL CAVALIERE

GIROLAMO TIRABOSCHI.

[ocr errors]

Il nostro Poeta nacque in Firenze, nel 1265, di Alighiero degli Alighieri e di Bella , e fu detto Durante, benchè poscia per vezzo si dicesse comunemente Dante. Chi bramasse vedere altre cose quanto alla famiglia, e agli antenati di Dante, vegga le Memorie di Giuseppe Benvenuti, già Pelli, sulla vita del medesimo; e solo qui basta dire che il detto Pelli, confutate le favolose o almeno non provate asserzioni del Boccaccio, del Villani, e di altri scrittori intorno agli antichissimi ascendenti di questo poeta, ne ha formato l'albero genealogico, da cui si raccoglie ch'ei discese da Cacciaguida e da Aldigiero ossia Aligiero di lui figliuolo nel secolo XII, dal quale poi la famiglia fu detta degli Alighieri , nome , come affermasi dal

[ocr errors]
« ÖncekiDevam »