Sayfadaki görseller
PDF
ePub
[ocr errors][merged small][ocr errors]

RIMARIO

DEGL'INTERI VERSI

DELLA DIVINA COMMEDIA

SECONDO

IL TESTO DI CRUSGA

3

RIMARIO PER VERSI

SECONDO IL TESTO DI CRUSCA

Oltre l'indicazione della Cantica, il primo numero

arabo indica i canti , il secondo i versi.

INP.

ABBIA
5. La tua paura, che poder, ch'egli abbia,

Poi si rivolse a quella entiata labbia ,

Consuma dentro te, con la tua rabbia . 14. 65. Nullo martirio , fuor che la tua rabbia,

Poi si rivolse a me, con miglior labbia ,

Ch'assiser Tebe; ed ebbe, e par ch'egli abbia 25. 17. Ed io vidi un Centauro, pien di rabbia ,

Maremma non cred'io, che tante n'abbia ,

Infino, ove comincia nostra labbia. 29. 80. Dell' uoghie, sovra sè, per

la
gran

rabbia
E si traeran giù l'unghie la scabbia ,

O d'altro pesce, che più larghe l'abbia. 23. 47• Mia conoscenza , alla cainbiata labbia,

Deh non contendere all'asciutta scabbia ,
Nè a difetto di carne,

ch' io abbia.

[ocr errors]

IXE. 32.

ABBO
5. Più pienamente : ma perch' i' non l'abbo,

Che non è ’mpresa da pigliare a gabbo ,
Nè da lingua, che chiami mamma, o babbo.

PAR.

6.

ABI
47. Negletto su nomalo, e Deci, e Fabi

Esso atterrò l'orgoglio degli Aràbi,
L'alpestre rocce, Po, di che tu labi.

ABILE
26. 125. Jopanzi che all'ovra inconsumabile,

Che nullo affetto mai razionabile,
Seguendo 'l cielo, sempre su durabile.

PAR 。

PAR

ACA 16. 113. Che sempre che la vostra chiesa vaca ,

L'oltracolala schialta , che s'indraca

O ver la borsa , com' agnel si placa, 27. 23. Il luogo mio, il luogo mio, che vaca ,

Fatto ha del cimiterio mio cloaca
Che cadde di quassù, laggiù si placa .

INF.

АССА 7. 34. Caggiono avvolte, poichè l'alber fiacca,

Cosi scendemmo nella quarta lacca,

Che 'l mal dell'universo tutto ’nsacca.
11. E 'n su la punta della rotta lacca

Che fu concelta nella falsa vacca:
Si come quei, cui l'ira dentro fiacca .

12.

PUNG.

7.

71. Che ne condusse in fianco della lacca,

Oro, e argento fino, e cocco, e biacca ,
Fresco smeraldo, in l'ora, che si fiacca,

INF.

ACCE
17. 89. Ma vergogna mi fer le sue mioacce,

l'm'asseltai in su quelle spallacce:
Com'i' credetti , Fa che tu m'abbracce.

PURG.

1 2.

INF.

12.

ACCI
44. Già mezza ragna, trista, in su gli stracci,

O Roboan, già non par che minacci
Nel porta un carro, prima ch'allri 'l cacci.

ACCIA
53. Come quella , che tutto il piano abbraccia ,

E tra 'l piè della ripa, ed essa in traccia ,

Come solean nel mondo andare a caccia . 13. 83. Di quel , che credi, ch'a me soddisfaccia :

Però ricornioció: Se l'uom ti faccia

Spirito ’ncarcerato: ancor ti piaccia 15. 29. E chinando la mano alla sua faccia

E quegli: 0 Gigliuol mio, non ti dispiaccia

Ritorna in dietro, e lascia 'odar la traccia , 29. A' quali ancor non vedesti la faccia,

Dal vecchio ponte guardavám la traccia ,

E che la ferza similmente scbiaccia.
59. Ma Barbariccia il chiuse con le braccia ,

E al maestro mio volsc la faccia:

Saper da lui, prima ch'altri 'l disfaccia.
23.
29. Con simile atlo, e con simile faccia ,

S' egli è, che si la destra costa giaccia,
Noi fuggirem l'immaginata caccia.

18.

22.

« ÖncekiDevam »