Relazioni degli ambasciatori veneti al Senato: raccolte, annotate, ed edite da Eugenio Albèri, a spese di una società

Ön Kapak
Società editrice fiorentina, 1846
 

Kullanıcılar ne diyor? - Eleştiri yazın

Her zamanki yerlerde hiçbir eleştiri bulamadık.

Seçilmiş sayfalar

İçindekiler

Diğer baskılar - Tümünü görüntüle

Sık kullanılan terimler ve kelime öbekleri

Popüler pasajlar

Sayfa 280 - È vero ch'è di natura viva e più presto inquieta, ma forse è per la gioventù, che lo consente. Fin qui mal volentieri vorrebbe esser prete, e me l'ha detto il Papa di bocca propria, quando esso cardinale ritornò da Fiorenza ove era ito, come scrissi a Vostra Serenità per mie lettere dei 26 di aprile: allora il Papa mi usò queste formali parole: « È matto, diavolo, è matto, non vuole esser prete ». Si è scoperto...
Sayfa 389 - Maestà e della nazione spagnuola, che non li chiamasse eretici, scismati e maledetti da Dio, seme di giudei e di marrani, feccia del mondo; deplorando la miseria d'Italia, che fosse astretta a servire gente così abietta e così vile. Si aggiungevano a questo le particolari offese fatte a lui cardinale, non gli volendo dare per gran tempo il possesso dell...
Sayfa 379 - La complessione di questo pontefice è collerica e adusta; ha una gravità incredibile e grandezza in tutte le sue azioni, e veramente par nato a signoreggiare. È molto sano e robusto; cammina che non pare che tocchi terra; è tutto nervo con poca carne; ha negli occhi e in tutti i movimenti del corpo un vigore che eccede quella età. Due indisposizioni gli danno alcuna volta molestia, il...
Sayfa 54 - Io intrigano... Il Cardinale Sangiorgio disse al nostro oratore che papa Giulio soleva dare al tinello quattromila ducati al mese circa ; questo Papa ne vuole otto o novemila. La causa è che vengono, molti fiorentini che si fanno parenti del Papa, e vanno in tinello a mangiare... Il Papa è amatore di lettere, dotto in umanità e giure canonico, e sopratutto musico eccellentissimo : e quando canta con qualcuno gli fa dare cento e più ducati... trae di vacanze di benefizi da ducati sessantamila...
Sayfa 355 - Questi fu un piccolo furfantello, che, veduto alla finestra abbracciato con una gran scimia, che teneva Sua Santità, quando era legato in Parma, e dubitando lei molto che dalla scimia il garzone venisse lacerato, e vistolo invece riuscire ed essere così ardito da volervi tornare, gli prese affezione tale che, per certo poco tempo, al paro della scimia lo fece nutrire e vestire, ma subito se lo prese in camera e nel proprio letto, come se gli fosse stato figliuolo o nipote. E così se lo è andato...
Sayfa 381 - ... ragionamenti, secondo l'occasione, e uscendo molte volte in quell'impeto a dire molte cose segrete e d'importanza, parlando, tutto il tempo che durò la guerra, contro l'imperatore, il re suo figliuolo, e tutta la nazione spagnuola, non lasciando alcuna occasione d'infiammare i romani (ché sempre ve n'era qualche numero) contro di essi. Ora mangia ritirato e non ammette alcuno, il che ha tolto anco quelle poche udienze che dava, subito di poi mangiare ad alcuni, che non potevano avere la sua...
Sayfa 380 - ... sotto i piedi, conoscendo essere nato nobilmente, con tanta cognizione di cose, e di una vita, la quale, già da tanti anni, non si può in parte alcuna riprendere, è tanto magnanimo, e stima così poco i cardinali e gli altri, che non ammette i loro consigli, onde ognuno giudica essere bene cedere alla semplice parola di Sua Santità. È veemente, come ho detto, in tutte le azioni sue, ma nell'Inquisizione è veementissimo, onde non se gli può fare maggiore offesa, che raccomandargli questi...
Sayfa 265 - ... benissimo sopra ogni cosa che gli vien proposta. La natura sua, per quanto si può comprendere, è un poco fredda, però è tardissimo nel risolversi, e non poco timido. Non si comprende che in lui l'amore o l'odio possano molto, ea me pare che non ami né odii alcuno veementemente; è di natura collerico, per quanto intendo, ma si raffrena e tempera talmente, che non vi è alcuno che lo giudichi collerico. Dimostra di essere desideroso di vedere gli abusi di santa Chiesa regolati, ma nientedimeno...
Sayfa 290 - Dicesi che papa Leone, soleva dire che quando aveva fatto lega con alcuno, non si doveva restare di trattar coll
Sayfa 381 - ... a vespro (nel che spende gran tempo, dicendolo lentamente) si lava la barba. Ordinariamente non è ammesso alcuno in camera, se non di poi che il papa è vestito; il che fa di sua mano con tanta attillatura, che se vede nel giubbone o nelle calze, o nelle stringhe cosa che non sia secondo il cuor suo, l'acconcia in modo che si vuoi satisfare. Con questa medesima diligenza si veste gli abiti pontilicali quando esce in pubblico.

Kaynakça bilgileri